©2018 by La Casa di Amadou.

 

Il progetto JUMPING è stato ideato e realizzato dall’ ’Associazione casa di Amadou’ in stretta collaborazione con suoi volontari e coadiuvato dall’esperienza e dalla professionalità di alcune cooperative sociali già presenti e attive sul territorio ed è supportato economicamente dalla fondazione Kahane.

Nasce con l’obiettivo di sostenere per un arco temporale circoscritto cittadini stranieri presenti sul territorio veneziano, che abbiano ottenuto protezione internazionale o che stiano per ottenerla, nel caso in cui, usciti dalla seconda accoglienza, diventino soggetti vulnerabili nel soddisfacimento dei loro bisogni primari.  

Il progetto vuole essere, inoltre, una sfida culturale che unisce cuore e professionalità, nell’ottica di disseminare una cultura dell’accoglienza e della reciproca ‘ospitalità’, valorizzando le potenzialità dei destinatari e accompagnandoli in percorsi di autentica autonomia.

Si ritiene in particolare che gli aspetti relazionali e formativi in senso lato, agiti persona per persona caratterizzino in modo significativo l’approccio del progetto stesso, che mira a permettere ai destinatari di fare un ‘salto’ definitivo verso una consolidata autonomia non solo personale, anche se si è consci di dover limitare per ora questa opportunità ad un numero contenuto di persone.


Il progetto, la cui durata è attualmente di 6 mesi, si prefigge di intervenire in modo specifico in 4 ambiti distinti ma interconnessi: abitativo, di formazione professionale, lavorativo, di inclusione sociale e relazionale. In particolare, si punterà a:


  • Mettere a disposizione 2 unità abitative reperite nel territorio veneziano, per un totale di 10 posti letto, con l’obiettivo di ospitare in forma di accoglienza supportata, dieci ragazzi titolari di permesso di soggiorno.  

  • Offrire, agli stessi, l’iscrizione a corsi di formazione professionale e ad un corso di lingua italiana.

  • Individuare aziende o realtà produttive interessate all’avvio di un tirocinio lavorativo, finalizzato all’apprendimento concreto di specifiche mansioni e alla successiva assunzione.

  • Coinvolgere in modo diffuso un considerevole numero di ragazzi stranieri con protezione internazionale e in attesa di valutazione, attraverso percorsi di formazione personale, inclusione territoriale, sociale e relazionale, portando avanti la mission di Casa di Amadou;

Il progetto Jumping si propone di porsi in ascolto dei sogni e dei bisogni di ciascuna persona che si rivolgerà alle operatrici, agli operatori e ai/lle volontari/e, al fine di riportare al centro il progetto migratorio del singolo individuo e di valorizzarne competenze, inclinazioni e interessi.


Il progetto Jumping, infine, desidera collaborare in ogni occasione possibile con le realtà che nel territorio veneziano, nelle sedi istituzionali opportune come nell’associazionismo e nel volontariato, operano nel delicato settore dell’accoglienza degna, al fine di poter diventare un tassello in più verso la realizzazione del diritto ad esistere, ad interagire e a vivere pienamente da cittadini anche in questo angolo di Italia, da qualunque parte del mondo si provenga.

 
 
Unknown_edited.jpg

Collaborano con noi

Irecoop Veneto

I corsi professionali, i tirocini e il corso "Ricerca Autonoma Lavoro" sono avviati in collaborazione con Irecoop Veneto.

Progetto finanziato da

 

Contattaci

Via Cavallotti 26, 30171, Mestre (VE)

(+39) 389 0065760 - (+39) 329 5719916